OTTOCENTO LOMBARDO

 

Dal 20 ottobre 2018 al 20 gennaio 2019, le sale di Palazzo delle Paure a Lecco si apriranno per accogliere le suggestioni della pittura lombarda dell’Ottocento.
La rassegna, dal titolo Ottocento lombardo, curata da Simona Bartolena, col patrocinio del Comune di Lecco, prodotta e realizzata ViDi – Visit Different, propone un viaggio esplorativo nella pittura e, più in generale, nella cultura della Lombardia del XIX secolo, attraverso oltre cinquanta opere, tra dipinti e disegni dei principali protagonisti dell’Ottocento lombardo: da Hayez al Piccio, da Faruffini a Cremona, da Medardo Rosso a Segantini.
Partendo dalla stagione romantica, passando per le esperienze risorgimentali e le ribellioni scapigliate, la rassegna approda all’impegno sociale delle generazioni di fine secolo e alla ricerca divisionista.
L’Ottocento italiano è un secolo ricco di motivi d’interesse e di personalità artistiche da scoprire. Se alcune aree italiane, su tutte la Toscana, sono state già portate all’attenzione del grande pubblico, la scena artistica della Lombardia del XIX secolo, a eccezione di alcuni grandi nomi che hanno già conosciuto la loro importante riscoperta, continua a essere poco nota.
Il percorso espositivo è organizzato per aree tematiche e analizza sia i movimenti che le tendenze iconografiche, oltre alla biografia e alla personalità dei singoli artisti, seguendo un filo narrativo che si propone di far luce su un tema non sempre così noto. La mostra offre l’opportunità di scoprire un universo dinamico e sorprendente, artisticamente e intellettualmente molto raffinato e sperimentale, e di indagare la società italiana del tempo.
Pur tenendo come cardine la scena milanese – in particolare il magistero dell’Accademia di Brera – la mostra indaga anche la situazione delle altre provincie lombarde e le aree più periferiche e provinciali.

Per tutta la durata della rassegna, sono in programma una serie di attività didattiche, incontri e visite guidate gratuite per bambini e adulti.